Il divieto di Bitcoin è rilevante?

Ludvig
31.03.2022
20 Views
Il divieto di Bitcoin è rilevante?

Negli ultimi anni, un possibile divieto di Bitcoin è stato uno degli argomenti più dibattuti nella criptosfera.

Questo è un problema che si presenta regolarmente, ma ciò che lo rende molto speciale è che ci sono cause diverse ogni volta. Il Bitcoin, o la criptovaluta in generale, dovrebbe essere bandito?

Ci sono senza dubbio molti paesi che l’hanno sostenuto, sia che si tratti di un divieto globale o nazionale.

In questo articolo, daremo un’occhiata più da vicino a questo problema. Poiché l’interesse per la criptovaluta cresce e cresce, questa è una questione molto interessante.

2018 – uso della criptovaluta nei casi di rapimento

La maggior parte delle persone è a conoscenza del caso di rapimento a Lørenskog . La moglie di uno degli uomini più ricchi della Italia è stata rapita ed è stata fatta una richiesta di riscatto nella criptovaluta monero. Dal momento che non si trattava di Bitcoin, è ovvio che si trattava di un divieto di criptovaluta in generale.

In relazione a questo caso, è stato avviato un dibattito sull’opportunità o meno di vietare l’uso della criptovaluta. Questo è stato un dibattito che ha contribuito a far luce su una serie di aspetti di questo metodo di pagamento.

C’era una cosa in particolare che veniva fuori chiaramente, ed era che c’erano molti che avevano opinioni diverse su questo argomento. Tra le altre cose, è stato sottolineato che esiste una differenza tra criptovaluta tracciabile e criptovaluta non tracciabile. E se dovesse essere imposto un divieto sulle criptovalute, allora dovrebbe applicarsi solo alle criptovalute non tracciabili.

Dopo quasi quattro anni, non è stato ancora imposto un divieto sulle criptovalute in generale, quindi questa particolare discussione è stata probabilmente messa a morte nel 2018.

Gir kryptovaluta økt kriminalitet?

2022 – Il mining di Bitcoin assorbe troppa energia

Negli ultimi anni c’è stata un’enorme attenzione all’ambiente e questo sta diventando sempre più importante. Fraintendeteci bene: una maggiore attenzione a fare buone scelte per l’ambiente è senza dubbio una buona cosa. Ma è davvero Bitcoin per cominciare?

Bitcoin e il mining di Bitcoin sono stati più volte evidenziati come uno dei mali ambientali da molti. La ragione di ciò è che il mining di Bitcoin consuma molta energia. Anzi, sul punto di dire “troppa” elettricità.

Alla fine del 2021, ad esempio, si è saputo che le autorità svedesi avevano proposto all’UE di vietare l’estrazione di criptovalute ad alta intensità energetica in Europa. Questo è uno sviluppo che le autorità norvegesi stanno seguendo da vicino.

[mining]

Un possibile divieto lo fermerà?

La discussione su un possibile ban, che si applichi solo a Bitcoin o alle criptovalute in generale, fa emergere una serie di domande. Una di queste domande è: un possibile divieto fermerà qualcosa? Non ci crediamo.

Non importa se solo pochi paesi lo vietano. Affinché abbia effetto, è necessario mettere in atto un divieto globale, il che significa che nessuno può usarlo. L’esistenza della Criptovaluta deve essere cancellata, ma crediamo che ci siano soluzioni migliori.

Interessante intervista a Vitalik Buterin (co-creatore di Etherum):

Author Ludvig

Ludvig har lang erfaring med kjøp og salg av kryptovaluta. De senere årene har han tatt det til et nytt nivå og prøver å leve av kryptovaluta trading. Han følger godt med på markedet og har opparbeidet seg god kompetanse på teknisk analyse mm. Vi er veldig glad for å ha Ludvig med på laget, og er det noe du lurer på angående kryptovaluta er dette mannen du spør!